News

Stati Generali Scuola: un manifesto della scuola possibile

Stati Generali Scuola: un manifesto della scuola possibile
© Anilsharma26

Il 4-5-6 Dicembre 2022 a Matera (e il 17 Dicembre con una maratona web sul canale Youtube), Stati Generali Scuola organizza, con il patrocinio della città di Matera e della provincia di Matera, un evento che è occasione di incontro e di scambio di buone pratiche educative e didattiche tra docenti e studenti, un'opportunità per creare connessioni tra i diversi cicli educativi dall’infanzia all’università e per dare visibilità alle tante realtà italiane che quotidianamente si occupano di educazione.
È un progetto che sta costruendo dal basso il Manifesto della Scuola Possibile. 
Si tratta di un format divulgativo-informativo che ogni anno realizza eventi itineranti per far emergere i temi della scuola che innova, per censire e raccontare le esperienze in atto, scoprire chi parla di scuola e scrivere la scuola che verrà, guardando con interesse all’innovazione tecnologica e agli orizzonti formativi della scuola italiana e internazionale.

Centocinquanta anni fa la visionaria Maria Montessori ci ha insegnato che i bambini sono creature dal cervello potentissimo, capaci di grande concentrazione e persino di autoeducazione. Ad una condizione: che li si rispetti e li si lasci lavorare, a casa e a scuola, secondo i propri ritmi. Da qui la Montessori ha costruito il suo metodo e ha conquistato il mondo. Dopo di lei, da Alberto Manzi a Mario Lodi, da Nora Giacobini a Franco Lorenzoni sono tanti i maestri che studiando e osservando hanno mostrato la capacità di guardare le scolaresche senza pregiudizi, di cogliere quello che avevano davanti e non quello che loro menti si aspettavano di incontrare.
La scuola italiana nella sua prassi quotidiana ha colto queste provvidenziali visioni? Le riforme della scuola in che modo hanno innovato la didattica in Italia?
In che modo le riforme degli ultimi anni (dalla Legge 107/2015 ai vari decreti attuativi), al di là delle enunciazioni, hanno favorito un’educazione realmente attenta e connessa alla capacità di apprendimento in grado di interpretare i bisogni educativi di ogni studente?
Queste sono alcune domande a cui si cercherà di trovare risposte durante le 3 giornate, aprendo un dibattito tra le parti per la nuova scuola del futuro.
"#sgs è un cammino della comunità scolastica (studenti, docenti, dirigenti e genitori) che progetta il cambiamento dal basso e dal di dentro (le aule). Vogliamo dare voce e mettere in vetrina chi la scuola la vive, chi la fa e chi vuole essere attivista del cambiamento che si genera solo con un confronto vero e partecipato. Il format si propone di verificare ogni anno, tematizzando le successive edizioni, l’evoluzione dei modelli di istruzione e il confronto permanente online e onlife tra la comunita scolastica e le istituzioni, ai vari livelli. Parte da Matera, già Capitale europea della Cultura nel 2019 per iniziare a scrivere il Manifesto della scuola che vogliamo, ma ha l’obiettivo di diventare un road show itinerante", afferma Elisa Forte, ideatrice degli Stati Generali Scuola. 

La Fondazione Vincenzo Casillo ha sostenuto l'evento in quanto convinta sostenitrice di una scuola aperta all'ascolto delle nuove generazioni, del mondo del lavoro e di una necessaria connessione costruttiva e propositiva tra le parti. 

Qui il Programma Completo dell'evento. 
Tutti gli incontri sono gratuiti, previa richiesta di prenotazione del posto


FONDAZIONE VINCENZO CASILLO
Via Sant'Elia z.i.
70033 Corato | Puglia | Italy
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Cod. Fisc. 92057130723


Iscrizione Newsletter

Ho letto l'informativa newsletter e acconsento