News

Evelina vien dal mare: Anto PaninaBella e la scoperta di se stessi

Evelina vien dal mare: Anto PaninaBella e la scoperta di se stessi

L'8 Dicembre 2023 Antonella Diacono avrebbe compiuto 20 anni. Se non avesse scelto di smettere di vivere. 
Ogni anno l'Associazione Anto PaninaBella, che i suoi genitori hanno intitolato a lei e al suo soprannome, organizza per l'occasione un momento di festa e di raccolta fondi. Da anni la loro missione quotidiana è andare nelle scuole e parlare con i ragazzi: del dolore, dell'ascolto, dello scherno, della paura e soprattutto della vita. Per ricordare la bellezza e la ricchezza di Antonella e per raccogliere i lamenti più silenziosi, tentare di trasformarli, perché la diversità inizi ad essere considerata un valore, una risorsa.

Quest'anno la festa in suo ricordo si terrà proprio l'8 Dicembre alle ore 19:30 presso la parrocchia San Sabino di Bari, con uno spettacolo teatrale per bambini e adulti: "Evelina vien dal mare", di Elisabetta Aloia, attrice pugliese, per metà siciliana, che dal 2009 lavora con la Compagnia Diaghilev occupandosi anche di corsi di formazione e collabora con altre realtà del territorio quali la Compagnia Acasa, Senza Piume Teatro e l’Associazione Culturale In Scena.

La storia si svolge in un paese di mare della Puglia. Evelina è una bambina di 8 anni coi capelli neri e ricci e gli occhi enormi, con cui cerca di comunicare con il mondo che la circonda. È la piccola di casa, piccola di età e di fatto in una famiglia di fornai alti, biondi e con gli occhi azzurri. E nessuno in paese perde mai l’occasione di ricordarle che lei non è come loro. Evelina ha difficoltà a capire le parole degli adulti, e quando ha a che fare con situazioni che la mettono a disagio, scompare. Letteralmente.
Evelina non riesce a giocare con gli altri bambini nella piazzetta del suo paese, i rumori troppo forti, le loro voci acute, e così rimane sempre in disparte, da sola.
È un viaggio alla scoperta di se stessi e della propria unicità. Una storia originale, una sorta di fiaba sulla presa di coscienza del proprio valore e sull’accettazione della singolarità di ciascuno di noi, in una realtà che ci vuole tutti uguali, incasellati in schemi ben precisi, difficili da scardinare.

La Fondazione Vincenzo Casillo da diversi anni accompagna e sostiene i percorsi di Anto PaninaBella, come il Premio Letterario "C'è sempre una chiave" che nel 2021 ha portato anche al festival letterario Libri nel Borgo Antico.
"Siamo felicissimi che anche quest'anno la Fondazione Casillo non solo patrocini l'evento, ma come sempre prenda a cuore ciò che facciamo seguendoci e sostenendoci continuamente", afferma Domenico Diacono.
Per questa occasione si è creata una bella sinergia con anche la Fondazione Megamark, nella piena convinzione che fare rete sia un passo importante da muovere insieme. 
I fondi raccolti andranno a finanziare il progetto "La biblioteca di Paninabella", attraverso cui  l'Associazione sta donando a scuole primarie e secondarie di primo grado piccoli scaffali con una selezione di libri su temi particolarmente importanti: emozioni, autostima, accoglienza. 
L’iniziativa conta attualmente sul patrocinio gratuito dell’AIB regionale pugliese (Associazione Italiana Biblioteche) e del Garante dei Diritti del Minore della Regione Puglia. 
 
I primi due scaffali sono stati consegnati alla Japigia 1 Verga a Bari, e alla Dante Alighieri di Modugno, acquistati con i fondi di NxA 2022.

INGRESSO LIBERO E GRATUITO. 

FONDAZIONE VINCENZO CASILLO
Via Sant'Elia z.i.
70033 Corato | Puglia | Italy
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Cod. Fisc. 92057130723


Iscrizione Newsletter

Ho letto l'informativa newsletter e acconsento