News

Alluvione in Emilia Romagna: una rete solidale tra imprenditori

Alluvione in Emilia Romagna: una rete solidale tra imprenditori

È trascorso un anno da quando l'Emilia Romagna ha dovuto far fronte all'emergenza alluvione, causata da un fronte meteorologico occluso di origine atlantica, alimentato a sua volta da un ciclone mediterraneo che ha generato piogge persistenti, allagamenti, straripamenti e frane dal 2 al 17 maggio 2023.
Le forti piogge hanno fatto straripare 23 corsi d'acqua: sono stati coinvolti circa 44 comuni romagnoli, tra cui principalmente la provincia di Ravenna e le province di Forlì-Cesena, Rimini, Bologna, Modena e Reggio Emilia.
Sono stati registrati molteplici danni alle infrastrutture ferroviarie, autostradali, alle strade statali; le zone ambientali circostanti sono state irrimediabilmente compromesse a causa di più di 280 frane. Molte le persone che hanno perso la vita e migliaia le persone che hanno perso la casa.

Sono state centinaia le azioni di solidarietà da parte della popolazione civile di ogni parte d'Italia.
Tra queste, il Gruppo Orva, uno dei principali gruppi italiani nel settore dei sostitutivi del pane, fondato nel 1979 a Bagnacavallo (RA), ha scelto di mettersi a disposizione dei suoi dipendenti per aiutarli a ricostruire le loro case, le loro famiglie, le loro vite. "Ciò che mi ha spinto a fondare l’associazione Cuore Romagnolo" - ha spiegato Micaela Bravi, imprenditrice - "è stata principalmente la volontà di aiutare in modo celere e concreto coloro che si sono sempre prodigati e resi disponibili per la nostra azienda".
Ha creato così un'Associazione che ha chiamato Cuore Romagnolo in cui ha riunito gran parte dei suoi fornitori per raccogliere fondi, tra cui anche Casillo Group.
La Fondazione Vincenzo Casillo ha deciso di unirsi a questa straordinaria rete solidale e donare 25.000,00 euro. 
"Quando abbiamo saputo dei disastri avvenuti in Emilia-Romagna a seguito delle alluvioni - racconta Cardenia Casillo - abbiamo sentito di voler partecipare alle azioni solidali che si sono poste subito in atto. Qualche giorno dopo è arrivata attraverso il contatto del Gruppo Casillo la richiesta del Gruppo orva. Abbiamo subito apprezzato l'immediatezza e la concretezza con cui questi imprenditori si sono messi in moto per garantire aiuti ai loro dipendenti e alle popolazioni del territorio. Siamo certi che questa collaborazione possa far scaturire altre azioni solidali comuni". 

 

FONDAZIONE VINCENZO CASILLO
Via Sant'Elia z.i.
70033 Corato | Puglia | Italy
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Cod. Fisc. 92057130723


Iscrizione Newsletter

Ho letto l'informativa newsletter e acconsento